saramunari.it logo

Controcanto

Mio padre era pittore, di quelli che amano i colori. All’età di settant’anni ha subito un intervento per un tumore alla lingua. L’operazione era necessaria a salvargli la vita.

Aveva già mostrato, precedentemente all’operazione, leggeri sintomi di demenza senile, lievi mancanze di memoria e in qualche caso, stato confusionale. Non sapevo che in seguito a interventi di chirurgia, con uso di anestetici, si potessero riportare “Disfunzioni Cognitive Post-Operatorie”. Questa condizione, generalmente di breve durata, in alcuni casi può persistere e costituire un fattore di rischio per una possibile successiva diagnosi di demenza. Questo avviene soprattutto a causa dell'anestesia totale. L’aumento del rischio di sviluppo di demenza dipende da età, genere, tipo di anestesia e altri dati tecnici che poco importano. Mio padre non è mai più stato lo stesso. Da quel momento non ha ricordato più nulla a breve termine e la situazione sembra essere peggio ogni giorno che passa.

Inizialmente abbiamo ricevuto aiuto da una persona che lo curava in casa e per assicurarci che tutto andasse bene, quando questa persona era assente, abbiamo posizionato telecamere in casa sua, al fine di stabilirne continuamente le effettive condizioni. La sensazione di controllare una persona a cui vuoi bene, è pessima. La sensazione di perdere questa stessa persona perchè la sua mente sta scivolando lontano, è anche peggio. Neanche noi, in famiglia siamo più stati gli stessi. Siamo fermi, in attesa di non si sa bene cosa, nella speranza che non arrivi mai il momento in cui non potrà nemmeno riconoscerci. Noi non lo riconosciamo a nostra volta, lo ritroviamo in rari momenti, in cui ci sembra assomigli all’uomo che era, lontanamente, in penombra. L'Alzheimer porta via tutto e non ha cure, è una malattia devastante, sia per l’individuo che ne è affetto che per coloro che lo circondano.

Papà chiudi gli occhi e pensa a grandi cieli di pennellate colorate, dipingili maestosi, perché sono tutti per te.

1. Il cielo sopra casa di mio padre 
2. Preparazione all'operazione. I pazienti vanno totalmente depilati per evitare infezioni
1 / 16 ‹   › ‹  1 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. Il cielo sopra casa di mio padre
2. Preparazione all'operazione. I pazienti vanno totalmente depilati per evitare infezioni

1. Tavolozza di mio padre che ha sempre fatto il pittore
2. Frenologia. Tavola che mostra le diverse aree del cervello. La frenologia è una dottrina pseudoscientifica secondo la quale le singole funzioni psichiche dipenderebbero da particolari zone o regioni del cervello
2 / 16 ‹   › ‹  2 / 16  › pause play enlarge slideshow

1. Tavolozza di mio padre che ha sempre fatto il pittore
2. Frenologia. Tavola che mostra le diverse aree del cervello. La frenologia è una dottrina pseudoscientifica secondo la quale le singole funzioni psichiche dipenderebbero da particolari zone o regioni del cervello
1. In ospedale in attesa dell'operazione
2. Sospetto tumore alla gola
3 / 16 ‹   › ‹  3 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. In ospedale in attesa dell'operazione
2. Sospetto tumore alla gola
1. Mio padre in automobile 
2. Ultimo contatto con la videochiamata
4 / 16 ‹   › ‹  4 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. Mio padre in automobile
2. Ultimo contatto con la videochiamata
1. Mio padre in ospedale per un controllo. Dopo l'intervento sono regolari controlli medici e neuropsichiatrici
5 / 16 ‹   › ‹  5 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. Mio padre in ospedale per un controllo. Dopo l'intervento sono regolari controlli medici e neuropsichiatrici
1. Deterioramento cellule in presenza di demenza e Alzheimer
2. Gabbiani sul lago di Lecco, dove viviamo
6 / 16 ‹   › ‹  6 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. Deterioramento cellule in presenza di demenza e Alzheimer
2. Gabbiani sul lago di Lecco, dove viviamo
1. Telecamera per sapere se mio padre sta bene quando è a casa. Dopo l'operazione gli episodi di mancanza di memoria sono fortemente peggiorati fino a ricevere diagnosi di Alzheimer
7 / 16 ‹   › ‹  7 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. Telecamera per sapere se mio padre sta bene quando è a casa. Dopo l'operazione gli episodi di mancanza di memoria sono fortemente peggiorati fino a ricevere diagnosi di Alzheimer
1. Quadro di mio padre che ritrae la sua libreria 
2. Mio padre che ride al cavalletto quando ancora dipingeva, davanti alla stessa libreria
8 / 16 ‹   › ‹  8 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. Quadro di mio padre che ritrae la sua libreria
2. Mio padre che ride al cavalletto quando ancora dipingeva, davanti alla stessa libreria
1. Mio padre dà da mangiare ad un uccellino
9 / 16 ‹   › ‹  9 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. Mio padre dà da mangiare ad un uccellino
1. In spiaggia
2. Un quadro dipinto da mio padre negli ultimi tempi prima del peggioramento
10 / 16 ‹   › ‹  10 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. In spiaggia
2. Un quadro dipinto da mio padre negli ultimi tempi prima del peggioramento
1. Nella doccia di casa mia
11 / 16 ‹   › ‹  11 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. Nella doccia di casa mia
1. Mio padre dal medico per controllo
2. Lenzuola sul letto di mio padre
12 / 16 ‹   › ‹  12 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. Mio padre dal medico per controllo
2. Lenzuola sul letto di mio padre
1. Occhio di mio padre, mia madre
2. Fotografia scattata da mio padre da dietro una rete
13 / 16 ‹   › ‹  13 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. Occhio di mio padre, mia madre
2. Fotografia scattata da mio padre da dietro una rete
1. Ultimo screenshot della casa vuota di mio padre, dalla telecamera
14 / 16 ‹   › ‹  14 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. Ultimo screenshot della casa vuota di mio padre, dalla telecamera
1. Mio padre sul terrazzo, oggi.
15 / 16 ‹   › ‹  15 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. Mio padre sul terrazzo, oggi.
1. Mio padre da bambino e suo padre, nonno Giuseppe.
16 / 16 ‹   › ‹  16 / 16  › pause play enlarge slideshow
1. Mio padre da bambino e suo padre, nonno Giuseppe.
Link
https://www.saramunari.it/controcanto-r13563

Share link on
CLOSE
loading